RASSEGNA STAMPA

Fri, 02/07/2010 - 12:00

CHIEVO, PARTITA A DUE PER I GOL DI ARDEMAGNI

Sembrava che per il passaggio in nerazzurro dell'attaccante (22 reti nella scorsa stagione) fosse fatta, ma l'accordo non è ancora stato raggiunto

Trattare Ardemagni oggi non è facile. Perchè il cartellino del giocatore è diviso a metà tra Triestina e Cittadella. E anche se Sartori riuscisse a battere la concorrenza, dovrà poi accomodare le due società e il giocatore

Pare che per l'attaccante del Cittadella servano per l'acquisto dell'intero cartellino 4-5 milioni. Sartori non ha intenzione di sborsarli, ma potrà sicuramente chiamare in causa pedine importanti per poter sbloccare la situazione. Di fatto oggi pare che la sfida sia proprio tra atalanta e Chievo. Pare anche che la Triestina abbia mandato avanti il Cittadella per curare l'interesse dei entrambe le società

Il Chievo, impegnato in questi giorni nell'affare Sorrentino, ha volutamente congelato l'operazione Ardemagni, ma tornerà presto alla carica. Nato 23 anni fa a Milano, Ardemagni è stato educato calcisticamente dal Milan. Ha iniziato poi a camminare per le vie tortuose del calcio vestendo le maglie di Perugia, Pizzighettone, Pro Patria e Triestina. Nella stagione appena conclusa a Cittadella, Ardemagni ha scoperto il piacere del gol. Lui e Iunco hanno fatto faville. Il Cittadella non vuole certo sbarrargli la strada verso il successo. Il Chievo di è messo alla caccia del talento al momento giusto. Anzi, il fatto che l'Atalanta non sia riuscita a chiudere l'operazione fa pensare che Sartori potrebbe avere elaborato una volta ancora la strategia giusta

L'Arena

SORRENTINO, FUMATA GRIGIA

E’ molto arrabbiato Stefano Sorrentino. L’ennesimo incontro tra Genoa e Chievo si è chiuso con una fumata grigia, tendente al nero. Non è ancora rottura, ma poco ci manca. "Sono in vacanza - risponde con tono nervoso al cellulare -, ma è come se non lo fossi. Una trattativa estenuante, quasi paradossale. La mia idea? Lasciamo perdere, altrimenti mi prendo un anno di squalifica". Non vuole aggiungere altro, anche se è evidente la sua delusione per l’ennesimo vertice tra Sartori e gli uomini mercato del Genoa conclusosi con un nulla di fatto nella mattinata di ieri

Aspetta anche Rubinho. Il deposito del contratto di Rubinho è condizionato alla buona riuscita dell’affare Sorrentino. Ecco perché la società di via Galvani non ufficializza l’ingaggio del nuovo portiere, pur avendo già trovato l’accordo

Il presidente del Genoa Enrico Preziosi ieri, a margine della presentazione di Luca Toni, nuovo attaccante rossoblù, ha parlato della situazione Sorrentino. "In mattinata c’è stato un incontro con il Chievo che è finito con una fumata nera. Dovremo risentirci. Sorrentino è sempre un obiettivo primario. Entro lunedì decideremo"

Bentivoglio a Brescia. L’ex tecnico gialloblù Beppe Iachini, dopo l’infelice esperienza in A con il Chievo (esonerato, poi Mimmo Di Carlo fece il miracolo salvezza l’altra stagione), vuole stupire tutti alla guida del neopromosso Brescia. Per rinforzare il suo centrocampo, sta pensando a Simone Bentivoglio. Siamo ancora nella fase dei sondaggi, anticamera di una trattativa vera e propria che potrebbe decollare nei prossimi giorni

Leggo

ALTRA FUMATA NERA CON IL GENOA. SORRENTINO VERSO LO STRAPPO TOTALE

I gialloblù vogliono l'attaccante veronese Meggiorini come contropartita tecnica. Il Genoa si rifiuta, in compenso propone soldi ma il Chievo da quell'orecchio non ci sente, anche perchè l'offerta resta al di sotto dei 4 milioni di euro

E' tramontato ogni ragionamento circa gli altri giocatori rossoblù papabili a finire sul piatto: si era parlato dapprima della punta Acquafresca, poi di Zapater, 25enne regista spagnolo, di Modesto, 28 primavere, laterale difensivo, e del brasiliano Diego Angelo, giovane difensore centrale cresciuto nelle giovanili del Santos

L'indiscrezione giunta in tarda serata vuole il Genoa in pressing per Federico Marchetti. Il Chievo si aspetta qualsiasi mossa, a questo punto, e se l'idea Marchetti decollasse scorrerebbero i titoli di coda sul thriller Sorrentino: ma soltanto nell'ottica genoana

Corriere di Verona